banner associazione la bassa
copertina Chi sona? … la Banda de Maran

Chi sona? … la Banda de Maran

di Bruno Rossetto “Doria”

Da tempo volevo scrivere qualcosa sulla Banda e ogni volta l'idea si arenava al primo tentativo, causa la scarsità d'elementi in mio possesso. Alcuni amici della banda però continuavano ad incoraggiarmi, dicendomi che dovevo almeno provare.

Gli ottimi risultati che il nostro Complesso Bandistico “Stella Maris” sta raccogliendo ad ogni sua uscita, mi hanno portato un po' a riflettere. Poi quella sera al concerto del 18 dicembre 2005, tra un'emozione e l'altra esplose improvvisamente qualcosa nella mia mente. La dolce melodia della musica ebbe il potere di rievocarmi alcuni ricordi e per la prima volta incominciai a vedere più chiaro: tra le note del concerto di fine anno avevo finalmente trovato quello che serviva per iniziare questo lavoro sulla Banda.

Stavo seduto in terza fila dentro la “pescaria vecia” ricolma di gente. I bandisti erano pronti ad iniziare il tradizionale concerto natalizio che la Banda “Stella Maris” ogni anno propone.

Le note musicali hanno la capacità di trascinarmi in quel mondo di suoni che tanto amo. le melodie riescono a commuovermi, risvegliano in me sentimenti e ricordi capaci di portarmi col pensiero a mio padre Doria, al nonno Lorenzo Inci e al maestri della Banda che si susseguirono lungo il corso degli anni.

Annunciato il programma della serata, Nevio Regeni invitò Roberto Folla a raggiungere il suo leggio. Accompagnato dagli applausi il maestro si portò davanti al complesso, un inchino riverente al pubblico, poi si rivolse verso i bandisti e con un lieve gesto di bacchetta ruppe il silenzio dando inizio al concerto: che emozione!

In questi ultimi anni la Banda è cambiata moltissimo: ora pare di sentire un'orchestra. Senza togliere nulla ai vecchi maestri che lo hanno preceduto, il maestro Roberto Folla veramente ci voleva. Non è certo un trascinatore. Piuttosto avaro nei movimenti è un maestro che non ama scomporsi, ma seppur osando piccoli gesti, col suo modo di fare costringe e impegna i bandisti a seguirlo con assoluta attenzione…

(Dall'introduzione dell'autore).